Compleanno da Betti

mamma 69

Domenica 17 Giugno 2018 la mamma ha compiuto 69 anni. E’ stato un giorno di Festa in cui il riposo l’ha fatta da padrone.

pizzeria Betti

Alle ore 19 siamo andati a festeggiare pure al Ristorante Pizzeria Betti a Riccione. L’ambiente è ubicato sulla spiaggia in via Torino n° 71. Vi è un ampio parcheggio lungo la carreggiata.

Betti Pizzeria

Il ristorante dispone di un’ampia sala in cui è possibile cenare in gruppo. Le alternative sono i tavolini famigliari adiacenti la spiaggia.

Sorrisi

La pizza è croccante ed altamente digeribile. Le bottiglie di acqua sono riservate agli intenditori.

Dessert Betti

Il nostro amico di scacchi Matteo Montanari ci ha servito con la sua delicatezza offrendoci le sue prelibatezze.

Estate

Il conto è nella norma. Al termine dell’Estate contiamo di tornare a fare un saluto.

Annunci

Food Truck Festival

Domenica 27 Maggio 2018 siamo andati al Food Truck Festival organizzato a Misano Adriatico.

Cibo da strada

L’evento aveva ingresso gratuito è si è tenuto in Viale della Repubblica.

Devil's Pub

Erano circa le 18 ed il Viale non era completamente gremito. Anche perché presso l’autodromo del Misano World Circuit vi era il “Week end del Camionista”.

bancarelle

Le bancarelle ed i chioschi erano comunque dei più svariati. I truck sono stati allestiti simpaticamente ed hanno attratto diversi bambini.

bifor

I più audaci potevano anche provare birre al di fuori dei canoni conosciuti.

Thunder Burger

Il camioncino Thunder Burger è sembrato perfettamente integrato in questo contesto ludico.

Abruzzesi

Come in una fiera multiregionale si è potuto assaporare cibo di altre regioni italiche. Il chiosco degli abruzzesi ha ricordato i colori del pilota locale Valentino Rossi.

Sicilia

Dalla Sicilia sono arrivati dolciumi molto appetitosi e solo la mia rigida dieta ha impedito che ci fiondassimo a capofitto tra tutte quelle pastarelle.

Puglia

Dalla Puglia sono arrivate le olive ed altri prodotti tipici pugliesi.

Le perle nere del sud - liquirizia

Le Perle Nere del Sud era uno stand pieno di liquirizie. Per chi ne ha la passione era uno stand da non perdere.

taralli dolci

In mezzo a tante prelibatezze culinarie vi era anche un gazebo dove si poteva acquistare un simbolico ricordo delle evento. Visto l’orario pomeridiano si poteva fermare l’appetito con i taralli dolci.

Pistacchi

Ciò che ha attirato attentamente la mia attenzione è stato lo stand dei pistacchi. Non abbiamo acquistato niente ma la tentazione è stata grande.

Norcia Miele

Ci siamo soffermati sulla bancarella della Confagricoltura umbra. La nostra attenzione è stata catturata dai vasetti di miele. Tuttavia il costo di 9 euro ci ha fatto fare un passo indietro. Abbiamo ammirato la testa del cinghiale e siamo passati oltre.

Lanterna Rossa

Siamo arrivati in riva al mare dove a destra abbiamo trovato il ristorantino Lanterna Rossa. Abbiamo ricordato come nelle scorse estati fummo trattati in modo poco ospitale. Forse con il tempo le cose sono cambiate.

La Piazzetta

Abbiamo preferito guardare alla nostra destra dove della pizzeria La Piazzetta abbiamo un migliore ricordo. La pizza è buona ed il servizio ospitale e gradevole. Inoltre ha preso il posto di quello che tanti anni fa era il bar Top Kapi della Famiglia Tura.

bandiera rossa

Il mare era sereno ed il clima mite. Tuttavia i bagnini di salvataggio stavano levando le tende ed hanno issato la bandiera rossa.

fontante danzanti

La palla delle fontani danzanti era ancora spenta. Non ci sono arrivati gli spruzzi ed abbiamo ammirato i geyser.

gelateria mia

Volevamo andare in gelateria. Ci hanno detto che rimarrà chiusa ancora una settimana. L’erboristeria alla domenica non è aperta.

Forno

Quindi siamo entrati nella porta di mezzo. All’esterno vi erano dei ragazzi che degustavano l’aperitivo.

Pizza

La nostra cena è stata costituita da una pizza a testa. Il prezzo un pò esoso. 2,50 euro per 2. Abbiamo scelto le più grandi. Dal fornetto sono uscite calduccie, ma la mozzarella non si è sciolta. Avevamo fame e le abbiamo finite ugualmente.

Pifferaio

Tornando alla nostra auto abbiamo lasciato una monetina al pifferaio. Un pò di magia durante le fiere è sempre gradita.

Bar Centrale

La nostra camminata si è chiusa al Bar Centrale. Franco Ferri era solito andarci a prendere il caffé. Voleva sempre offrirci il gelato e noi ne abbiamo presi un paio in suo ricordo.

Obrizzo mattatore alla Caffetteria Mazzini

Obrizzo

Obrizzo è stato il mattatore della seconda serata ludica organizzata il 29 gennaio 2018 presso la Caffetteria Mazzini di Cattolica.

La serata è sembrata briosa fin dai primi istanti, notare che Claudio ha iniziato la partita con due alfieri su casa bianca, mentre Massimo ha posizionato la regina nera su casa bianca. Nessuno se ne era accorto!

Per la serata avevo preso in prestito dalla Biblioteca di Cattolica, il libro di scacchi “MANUALE DEGLI SCACCHI – Dalle basi all’agonismo, curato dal Grande Maestro Sergio Mariotti. Dovrebbe trattarsi della prima edizione, datata ottobre 1986. A quei tempi era considerato un libro moderno, completo ed esauriente: una guida per principianti e per i giocatori esperti che desiderano perfezionarsi. Tuttavia sono trascorsi 31 anni, vi è stato l’avvento dei database ed il Manuale prima di rivedere la luce, era stato stipato in magazzino; affinchè fosse fruibile per la lettura è stato necessario intervenire con nastro adesivo trasparente.

A pagina 194 del suddetto libro, compare il seguente diagramma:

Manuale degli scacchi

Ci troviamo in un finale con pedoni disposti su ambo le ali, il nero minaccia di catturare il pedone in g2 dopo la spinta in f3 o di promuovere in f1 con scacco. Tuttavia la mossa spetta al bianco. Saper padroneggiare i finali di re è una peculiarità dei maestri, ma anche gli esperti, appresi alcuni principi e svolti adeguati esercizi di visualizzazione, sono in grado di trovare la via corretta che conduce il primo giocatore verso la vittoria.

I principianti devono sapere che il pedone lontano costituisce una forza, in questo caso il pedone in a5 può svolgere la funzione di deviare il re nero, dalla difesa dei propri pedoni sul lato di re, ed il re bianco attraverso il suo sacrificio, farà un sol boccone dei pedoni situati in f4-g4-h6.

Quindi, non è tanto il ricordare che i pedoni spinti in profondità lasciano debolezze alle proprie spalle, o che i pedoni passati devono essere spinti, o che il re in finale deve portarsi in mezzo alla scacchiera per poter giocare su ambo i lati, ma è importante visualizzare che spettando a lui la mossa, il re bianco può rientrare nel quadrato di promozione del pedone f4.

Regola del quadrato

Giocando 1. Rc4! il re nero è costretto a sbarrare la strada al proprio collega, perchè abbiamo già concordato che se opta per 1. … Rd6 con l’idea di catturare il pedone in a5, il re bianco giocherà 2. Rd4 e tutto il lato di re crolla.

Quindi 1. … Re4, perchè dopo 1. … f3 2. gxf3 gxf3 3. Rd3, il pedone f è condannato, dato che il pedone h2 impedisce al re nero di compiere una manovra di aggiramento, utile a sostenere la promozione del proprio pedone.

Sergio Mariotti

Ora il pedone f4 gode dell’appoggio del proprio re e quindi non è più in pericolo, ma la mannaia pende questa volta sul collo dello stesso monarca. Infatti non è difficile calcolare la sequenza 2. a6 f3 3. gxf3+ gxf3 4. a7 f2 5. a8=D+ Re3

finale di re

Questa posizione si verifica non di rado nei finali di scacchi dei giocatori esordienti, memorizzare il seguente pattern, quindi, vi permetterà di risparmiarvi calcoli profondi, che specialmente quando si è in zeinot, sono ancora più problematici.

6. Dg2! conquista della settima traversa 6. … Re2 inchiodatura obbligata per permettere la promozione del pedone. 7. h4 h5, reciproche perdite di tempo per creare ed evitare lo zugzwang. 8. Rd4 Re1 ora il pedone f2 può essere promosso 9. Re3! f1=D

scaccomatto in una mossa

Questa è la posizione che i Maestri avevano visualizzato dopo 1. Rc4, la posizione dei pedoni h è ininfluente in fase di visualizzazione, conta solo in termini di calcolo delle varianti.

10. Dd2# sottopromuovere con 9. … f1=C+ serve solo a ritardare l’inevitabile.

Obrizzo DJ

Dopo aver vinto un paio di partite per mezzo di attacchi sfavillanti, il nostro Mental Coach ha fatto molto più che improvvisarsi DJ, ha coinvolto nel Karaoke, un nutrito numero di pubblico e le partite sono proseguite a ritmo incalzante.

scacchi_caffetteria_mazzini

Claudio che ama giocare a scacchi, sfruttando il vantaggio del tratto, ha incrociato le pedine con Ivan; mentre Franco si è prodigato in una 10 minuti con Andrea.

Mentre osservavo con fare discreto, l’andamento dei due match, ho sfruttato il tempo libero per impostare la formazione su hattrick, abbiamo cominciato la stagione puntando alla coppa ed ora siamo un pò arretrati in campionato, ci attende un doppio confronto con la prima in classifica e andremo di pic per non declassare il morale, poi saranno 6 sfide infuocate per evitare la retrocessione.

Prossima serata ludica lunedì 5 febbraio, dalle ore 21 alle ore 24.

Serata ludica alla Caffetteria Mazzini

Caffetteria Mazzini

Alla Caffetteria Mazzini di Cattolica, lunedì 22 gennaio 2018, dalle ore 21 alle ore 23.45, si è svolta la prima serata ludica a tema di scacchi, musica e calcio manageriale.

Claudio Bonelli, Andrea Bertuccini, Fabrizio Pini, Dino Diotallevi e Massimiliano Ferri, si sono intervallati tra partite di scacchi, canzoni di karaoke e sfide calcistiche.

Mentre Claudio risolveva gli esercizi di visualizzazione, Bicio ed Andrea si sono sfidati in quella che è il marchio di fabbrica della Caffetteria Mazzini, ossia la Partita Bird.

Come l’arrocco in una partita a scacchi, Bicio svolge in Caffetteria più di una funzione:

  • Barista
  • Giocatore
  • Cantante

voce di usignolo

A confermare la popolarità del connubio scacchi-musica, hanno pensato 3 voci di usignolo, che si sono alternate cantando alcuni brani evergreen.

Potevamo andare nella saletta riservataci al piano di sopra, ma un pò di compagnia femminile non ci ha distratti dai nostri intententi scacchistici, che erano prioritariamente di tipo ludico.

Terminato risolvendolo in modo egregio, il programma didattico assegnatogli,  Claudio ed Andrea si sono dati battaglia in una partita di scacchi senza esclusione di colpi.

Claudio Bonelli - Andrea Bertuccini

Come suol dirsi, “vince chi non commette l’ultimo errore“.

Nel frattempo ne ho approfittato per impostare la formazione da schierare nella Coppa del Mediterraneo, ho comprato due giovani talenti che devono fare esperienza per migliorare le loro skill offensive.

Grazie alla pratica svolta su lichess.org, la nuova piattaforma di gioco online, Dino ha compiuto evidenti progressi a livello strategico. Nel corso di questa serata ludica, abbiamo giocato una partita di scacchi nella quale ho dovuto sacrificare un pedone per scardinare la sua difesa rocciosa, ma se avesse trovato le giuste mosse difensive sarei rimasto con un pugno di mosche.

Partita Bird

La nostra partita deve essergli stata di aiuto, dato che impostando una Partita Bird, è riuscito a concretizzare l’iniziativa conquistata con il neo Consigliere dell’Accademia Scacchistica “La Regina”.

Bertuccini Andrea - Diotallevi Dino

Come evidenziato da Claudio Bonelli, giocare una partita a scacchi con i pezzi bianchi, costituisce un indubbio vantaggio. Andrea si è preso la rivincita grazie ad un imprevisto colpo tattico che avrebbe preso in castagna anche me. Il nero sembrava guadagnare un importante pedone centrale, in realtà grazie ad un azione di scoperta, era il bianco a ritrovarsi con un pezzo di vantaggio!

La serata ludica alla Caffetteria Mazzini sarà riproposta ed avrà cadenza settimanale.

Quindi vi attendiamo lunedì 29 gennaio, abbiamo la possibiltà di ospitare più di una dozzina di scacchisti, ma in sede abbiamo solo 3 set di scacchi ed un orologio, se disponete di materiale da gioco portatelo con voi, non ve lo rovineremo!

Accademia Scacchistica “La Regina” vede la luce

Accademia Scacchistica La Regina Atto Costitutivo

Il 7 dicembre 2017 a Cattolica, Bartolucci Sabrina, Belemmi Laura, Belemmi Marco, Bonelli Claudio, Bertuccini Andrea, Caminneci Dino, Ferri Massimiliano, Sala Marco, Tamburini Daniela, Tomasetti Massimo, Valentinetti Joseph, si sono uniti nel sodalizio denominato Associazione Sportiva Dilettantistica Accademia Scacchistica “La Regina”, avente lo scopo di divulgare, propagandare, diffondere e praticare il gioco degli scacchi, avente sede a Cattolica (RN) in via Carducci n° 115, con durata illimitata, regolata dallo statuto di seguito riportato.

Titolo 1° – Costituzione

Denominazione – Sede

  1. È costituita con sede a Cattolica in via Carducci n° 115 l’associazione sportiva dilettantistica denominata Accademia Scacchistica “La Regina”. L’associazione è affiliata alla Federazione Scacchistica Italiana, ne osserva lo Statuto e le norme regolamentari e si impegna a praticare e sviluppare le attività indette dalla Federazione.

Titolo 2° – Scopi dell’Associazione

  1. L’associazione, che è basata sui principi solidaristici e di aggregazione sociale e non ha scopi di lucro, si propone di offrire agli associati idonei ed efficienti servizi relativi alle loro esigenze sportive, ricreative e culturali nel campo del gioco degli scacchi. Essa potrà esercitare le proprie attività su tutto il territorio nazionale e anche all’estero.
  2. Per il conseguimento degli scopi anzidetti l’Associazione assume i seguenti compiti:

a) perseguire esclusivamente finalità sportive dilettantistiche e culturali attraverso la gestione di attività nei campi dell’informazione, della cultura, dello sport, dello spettacolo e della ricreazione in genere, anche attraverso strutture scolastiche pubbliche e private;

b) organizzare in proprio ovvero partecipare attivamente all’approntamento, all’organizzazione e alla gestione delle attività connesse alla promozione, allo svolgimento di gare, manifestazioni ed incontri di natura sportiva – ricreativa e culturale nel campo del gioco degli scacchi;

c) effettuare quant’altro ritenuto idoneo al raggiungimento degli scopi sociali;

d) gestire e promuovere corsi di istruzione per il gioco degli scacchi nel rispetto della normativa federale;

e) l’Associazione potrà aprire e chiudere i conti bancari e postali, accedere ai finanziamenti pubblici e privati, stipulare contratti, farsi coadiuvare da tecnici e professionisti esterni, acquistare e gestire (anche in locazione) immobili od impianti sportivi, ricreativi e culturali.

  1. La durata dell’Associazione è illimitata.

Titolo 3° – I Soci

  1. Il numero dei Soci è illimitato. Possono far parte dell’Associazione le persone fisiche che ne condividono gli scopi e che si impegnano a realizzarli.
  2. Chi intende essere ammesso come Socio dovrà provvedere al versamento del contributo associativo previsto dal Consiglio Direttivo, impegnandosi ad attenersi al presente statuto e ad osservare gli eventuali regolamenti e le delibere adottate dagli organi dell’Associazione. Trascorsi dieci giorni dal versamento della quota la richiesta si intenderà tacitamente accettata nel caso in cui il Consiglio Direttivo non abbia comunicato, debitamente motivato, all’interessato il diniego. Possono essere causa di rifiuto esclusivamente la condanna a reati penali contro la persona, la radiazione da parte della Federazione Scacchistica Italiana, l’interdizione temporanea all’iscrizione alla Federazione Scacchistica Italiana, il comportamento oltraggioso nei confronti dell’Associazione tenuto in passato dal richiedente. Il contributo associativo è intrasmissibile ed è fatto esplicito divieto di rivalutazione.
  3. I Soci sono obbligati a versare una quota annuale stabilita in funzione dei programmi di attività. Tale quota dovrà essere determinata annualmente per l’anno successivo con delibera del Consiglio Direttivo.
  4. Tutti i Soci maggiori d’età hanno diritto di voto in assemblea qualunque sia l’argomento posto all’ordine del giorno secondo quanto stabilito al successivo articolo 16.

 

Titolo 4° – Perdita della qualifica di Socio

  1. La qualifica di Socio si perde per recesso, esclusione o per causa di morte.
  2. L’esclusione sarà deliberata dal Consiglio Direttivo nei confronti del Socio:

a) che non ottemperi alle disposizioni del presente statuto, degli eventuali regolamenti e delle deliberazioni legalmente adottate dagli organi dell’Associazione;

b) che, senza giustificato motivo, si rende moroso nel versamento del contributo associativo annuale;

c) che svolga o tenti di svolgere attività contrarie agli interessi dell’Associazione;

d) che in qualunque modo arrechi danni gravi, anche morali, all’Associazione. L’esclusione diventa operante dall’annotazione nel libro dei Soci.

  1. Le deliberazioni prese in materia di recesso, decadenza ed esclusione debbono essere comunicate ai soci destinatari, mediante lettera. I Soci receduti od esclusi non hanno diritto al rimborso dei contributi associativi versati.

Titolo 5° – Fondo comune e gestione finanziaria

Fondo comune

  1. Il fondo comune è costituito dai contributi associativi, da eventuali oblazioni, contributi o liberalità che pervenissero all’Associazione, da eventuali avanzi di gestione. Costituiscono inoltre il fondo comune tutti i beni acquistati con gli introiti di cui sopra. Il fondo comune non è mai ripartibile tra i Soci durante la vita dell’Associazione né all’atto del suo scioglimento. Salvo diversa disposizione di legge non potrà mai essere fatta distribuzione fra gli associati di utili, avanzi di gestione, fondi, riserve o capitale.

Contributi e sponsorizzazioni

  1. L’Associazione può ricevere contributi liberali da parte di persone, Enti e/o Società, come pure stipulare convenzioni e contratti di sponsorizzazione e pubblicità; l’ammontare di tali contributi viene versato al fondo sociale ed utilizzato per fini statutari.

Esercizio sociale

  1. L’esercizio sociale va dall’uno gennaio al trentuno dicembre di ogni anno. Entro tre mesi dalla chiusura dell’esercizio sociale il Consiglio Direttivo deve predisporre il rendiconto economico-finanziario che deve restare a disposizione degli associati, affinché ne possano prendere visione, nella sede sociale nel mese precedente l’assemblea convocata per la sua approvazione.

Titolo 6° – Gli organi dell’Associazione

Organi dell’Associazione

  1. Sono organi dell’Associazione:

a) l’Assemblea degli Associati

b) il Consiglio Direttivo

c) il Presidente

Assemblea degli Associati

  1. L’Assemblea degli Associati è l’organo sovrano dell’Associazione. Essa può essere ordinaria e straordinaria. La convocazione deve effettuarsi mediante avviso da affiggere nel locale della sede dell’Associazione almeno trenta giorni prima oppure mediante telefono e/o posta elettronica, contenente l’ordine del giorno, il luogo, la data e l’ora della prima e della seconda convocazione. Possono partecipare alle adunanze tutti i Soci iscritti nel libro dei Soci da almeno cinque giorni ed in regola con il contributo associativo annuale. A tutti i Soci maggiorenni spetta un voto.
  2. L’assemblea ordinaria:

a) approva il programma d’attività annuale ed eventualmente pluriennale;

b) approva il rendiconto economico-finanziario predisposto dal Consiglio Direttivo;

c) procede alla nomina del Presidente e dei componenti del Consiglio Direttivo mediante scrutinio segreto;

d) delibera su tutti gli altri oggetti attinenti alla gestione dell’Associazione riservati dalla legge e/o dal presente statuto alla sua competenza o sottoposti al suo esame dal Consiglio Direttivo;

e) approva gli eventuali regolamenti. Essa ha luogo almeno una volta all’anno entro cinque mesi dalla chiusura dell’esercizio sociale. L’Assemblea si riunisce inoltre quante volte il Consiglio Direttivo lo ritenga necessario o ne sia fatta richiesta per iscritto, con indicazione delle materie da trattare, da almeno un quinto degli Associati.

  1. L’Assemblea è straordinaria quando si riunisce per deliberare modificazioni allo statuto e per lo scioglimento dell’Associazione.
  2. In prima convocazione l’Assemblea ordinaria è regolarmente costituita quando siano presenti o rappresentati la metà più uno degli Associati aventi diritti al voto. In seconda convocazione è regolarmente costituita qualunque sia il numero degli Associati presenti. L’Assemblea straordinaria, in prima convocazione, è validamente costituita quando siano presenti o rappresentati almeno i due terzi degli Associati aventi diritto al voto. In seconda convocazione essa è regolarmente costituita quando sono presenti due terzi degli associati aventi diritto al voto.
  3. L’Assemblea è presieduta dal Presidente dell’Associazione ed in sua assenza dal Vicepresidente o dalla persona designata dall’Assemblea stessa. La nomina del segretario è fatta dal Presidente dell’Assemblea scegliendo fra i membri del Consiglio Direttivo. Di tutte le adunanze assembleari deve essere redatto apposito verbale da affiggersi nella sede. Ciascun associato può prenderne visione e richiederne copia.

Consiglio Direttivo

  1. Il Consiglio Direttivo è formato da quattro membri, scelti mediante scrutinio segreto fra gli Associati maggiorenni in regola con il contributo associativo, che abbiano presentato apposita candidatura. I componenti del Consiglio Direttivo durano in carica per il quadrienno olimpico e sono rieleggibili. Il Consiglio Direttivo nomina al suo interno il Vicepresidente, il Tesoriere e il Segretario. Procede altresì, scegliendo fra gli Associati, alla nomina del Direttore Tecnico e del Responsabile del Settore Giovanile indicando la durata dell’incarico. Il Consiglio Direttivo è convocato dal Presidente tutte le volte che vi sia materia da trattare, oppure quando sia fatta richiesta da almeno tre membri. La convocazione è fatta a mezzo telefono o posta elettronica e deve essere effettuata non meno di due giorni dall’adunanza. Le sedute sono valide quando vi intervenga la maggioranza dei componenti compreso il Presidente. Le delibere sono prese a maggioranza assoluta dei voti. Il Presidente ha diritto di voto, in caso di parità prevale il suo voto. Il Consiglio Direttivo è investito dei più ampi poteri per la gestione dell’Associazione. Ad esso spetta, tra l’altro: – curare l’adozione delle delibere assembleari; – redigere la relazione di programma di attività da sottoporre all’Assemblea; – redigere il rendiconto economico finanziario; – compilare i regolamenti interni; – stipulare tutti gli atti e contratti inerenti all’attività sociale; – deliberare circa l’ammissione, il recesso e l’esclusione degli Associati; – nominare i responsabili delle commissioni di lavoro e delle branche di attività in cui si articola la vita dell’Associazione; – redigere annualmente l’inventario del materiale di proprietà dell’Associazione; – compiere tutti gli atti e le operazioni per la corretta amministrazione dell’Associazione. Il Consiglio Direttivo può delegare al Presidente, stabilendone le modalità di esercizio, tutte o parte delle sue attribuzioni ad eccezione della redazione del rendiconto economico finanziario.
  2. In caso di dimissioni o di impossibilità a proseguire nell’incarico di uno o più componenti, il Consiglio Direttivo provvede a sostituirli tramite cooptazione. Se viene meno la maggioranza dei membri, quelli rimasti in carica debbono convocare l’Assemblea perché provveda alla nomina di un nuovo Consiglio Direttivo.

 

 

Presidente

  1. Il Presidente, che viene eletto dall’Assemblea mediante scrutinio segreto tra i Soci che hanno presentato la propria candidatura, ha la rappresentanza e la firma legale dell’Associazione di fronte ai terzi ed in giudizio per tutte le operazioni occorrenti al funzionamento dell’Associazione. Il Presidente può prendere provvedimenti di urgenza da ratificarsi da parte del Consiglio Direttivo. In caso di sua assenza e/o impedimento le sue funzioni vengono svolte dal Vicepresidente.

Titolo 7° – Norme finali

Scioglimento

  1. In caso di scioglimento dell’Associazione l’Assemblea nominerà uno o più liquidatori che avranno il compito di procedere alla liquidazione delle attività e delle passività dell’Associazione. Il patrimonio così risultante dovrà essere devoluto ad altra Associazione con scopi analoghi indicata dalla Federazione Scacchistica Italiana. In ogni caso è fatto espresso divieto di distribuire sotto qualsiasi forma il patrimonio agli Associati.

Norme fiscali

  1. Per quanto non è espressamente contemplato dal presente statuto valgono, in quanto applicabili, le norme del Codice Civile e le disposizioni di legge vigenti in merito alle Associazioni Sportive dilettantistiche senza fine di lucro.

 Viene eletto all’unanimità il primo consiglio direttivo, nelle persone di:

Presidente: Marco Belemmi;

Consiglieri: Marco Sala, Massimo Tomasetti, Claudio Bonelli, Joseph Valentinetti, Andrea Bertuccini;

Direttore Tecnico: Massimiliano Ferri;

Direttore Sportivo e Settore Giovanile: Marco Sala;

Addetto alla segreteria: Massimiliano Ferri;

Gestore delle casse societarie: Massimo Tomasetti;

Il consiglio direttivo così eletto durerà in carica fino al 31 dicembre 2020.

 

 

 

 

 

 

Krenar Dule vince il semilampo serale Coni di Rimini

Dule_Gigli_Islamaj_premiati_da_Brancaleoni_Maurizio

Krenar Dule ha vinto il semilampo CONI di Rimini, organizzato dal MF Maurizio Brancaleoni il 21 novembre 2017.

Gigli_Battistini_Nardi_Belemmi

La starting list vedeva favorito il cattolichino Marco Belemmi, dall’alto dei suoi 1862 punti elo; con i suoi 1814 punti elo Claudio Gigli rappresentava un avversario ostico per il successo e Krenar Dule dotato soltanto di 1730 punti elo rappresentava la mina vagante del torneo, poichè nell’ambiente scacchistico è risaputo che nel tempo breve performa meglio che in quello standard. Considerato che la cadenza di gioco era fissata in 10 minuti piuttosto che i classici 15 del semilampo, la classifica finale non deve stupire più di tanto.

Andiamo con ordine!

Claudio_Gigli_Thomas_Battistini

Primo turno

Maurizio_Nardi_Marco_Belemmi

Maurizio Nardi – Marco Belemmi = 0-1

Claudio Gigli – Thomas Battistini = 1-0

Blerim Islamaj – Krenar Dule = 1/2-1/2

Carlo Condello – Ervin Perkaj = 0-1

Blerim_Islamaj_Krenar_Dule

Blerim non ha ancora disputato tornei validi per la variazione elo, la sua forza di gioco è molto superiore rispetto ai suoi 1440 puni di partenza. Ervin è un giocatore rapido, vale per lui la considerazione fatta per Islamaj.

Condello_Perkaj_Islamaj_Dule

Secondo Turno

Belemmi_Gigli_Dule_Condello

Marco Belemmi – Claudio Gigli = 0-1

Ervin Perkaj – Blerim Islamaj = 1-0

Krenar Dule – Carlo Condello = 1/2-1/2

Thomas Battistini – Maurizio Nardi = 0-1

Marco_Belemmi_Claudio_Gigli

Primo scontro diretto favorevole a Gigli, ha dovuto respingere l’attacco di Belemmi che ha corto di tempo non ha trovato le linee più taglienti, finendo con la bandierina alzata. Dule rimane soltanto con il re, ma a Condello cade la bandierina.

Terzo Turno

Carlo_Condello_Marco_Belemmi

Claudio Gigli – Ervin Perkaj = 1-0

Maurizio Nardi – Krenar Dule = 0-1

Carlo Condello – Marco Belemmi = 0-1

Blerim Islamaj – Thomas Battistini = 1-0

Blerim_Islamaj_Thomas_Battistini

Turno interlocutorio, tutto nella norma e pausa di metà serata

Quarto Turno

Dule_Gigli_Belemmi_Perkaj

Krenar Dule – Claudio Gigli = 1-0

Marco Belemmi – Erwin Perkaj = 1-0

Maurizio Nardi – Blerim Islamaj = 0-1

Thomas Battistini – Carlo Condello = 0-1

Il fuggitivo è stato ripreso, alla vigilia del penultimo turno il terzetto dei papabili vincitori si ricompatta con 3 punti, impossibile effettuare pronostici, ma è facile intuire che il sorteggio dei colori e lo scarto di bukholz influirà sul vincitore di serata

Quinto turno

Gigli_Islamaj_Dule_Belemmi

Krenar Dule – Marco Belemmi = 1-0

Claudio Gigli – Blerim Islamaj = 1-0

Erwin Perkaj – Thomas Battistini = 1-0

Carlo Condello – Maurizio Nardi = 0-1

Erwin_Perkaj_Thomas_Battisini

In prima scacchiera non sono state le fiamme a fare la differenza, ma una cattiva valutazione delle reciproche forze e debolezze pedonali, da un piccolo vantaggio per il nero si è passati ad un comodo vantaggio posizionale per il nero.In seconda scacchiera il nero conquista un vantaggio decisivo, ma il tempo è implacabile ed in questo caso risulta impietoso.

Condello_Carlo_Maurizio_Nardi

Sesto turno

PerkaJ_Dule_Nardi_Gigli

Ervin Perkaj – Krenar Dule = 0-1

Maurizio Nardi – Claudio Gigli = 0-1

Marco Belemmi – Thomas Battistini = 0-1

Blerim Islamaj – Carlo Condello = 1-0

Belemmi_Marco_Battistini_Thomas

Dopo una partenza stentata, Krenar Dule ha messo il turbo vincendo tutti gli scontri diretti, aggiudicandosi il trofeo con pieno merito. Claudio Gigli è stato sfortunato nell’abbinamento del primo turno, nonostante il colpo di coda inflitto da Thomas Battistini ai danni di Marco Belemmi, lo scarto di bukholz rendava l’albanese fautore del suo destino, senza dover attendere i risultati sulle altre scacchiere.

Blerim_Islamaj_Carlo_Condello

Classifica Finale

Pos Pts ID NAME | Rtg PRtg Fed | Buc1 BucT

——————————————————————————–

1 5.0 3 Krenar Dule | 1730 1923 ITA | 16.5 18.0

2 5.0 2 Claudio Gigli | 1814 1863 ITA | 16.5 17.5

3 3.5 6 Blerim Islamaj | 1440 1685 ITA | 16.5

4 3.0 7 Erwin Perkaj | 1440 1667 ITA | 18.0

5 3.0 1 Marco Belemmi | 1862 1628 ITA | 16.5

6 2.0 5 Maurizio Nardi | 1630 1542 ITA | 18.0

7 1.5 4 Carlo Condello | 1714 1397 ITA | 16.5

8 1.0 8 Thomas Battistini | 1440 1377 ITA | 16.5

Tie Break legend:

Buc1 : Buchholz Cut 1

BucT : Buchholz Total

Riunione gruppo scacchi di Cattolica al ristorante Anfora

Cena_di_scacchi_ristorante_Anfora

Riunione gruppo scacchi di Cattolica al ristorante Anfora

Il gruppo scacchi di Cattolica si è riunito presso il ristorante Anfora il 20 novembre 2017 alle ore 20.

Sala Marco, Massimiliano Ferri, Marco Belemmi, Claudio Bonelli, Massimo Tomasetti, Joseph Valentinetti, Dino Caminneci, Davide Caminneci, Maurizio Brancaleoni hanno posto le basi per cementare il loro sodalizio scacchistico.

Michele Massalini aveva predisposto per noi un tavolo adiacente al forno a legna, ma per avere una migliore privacy ci siamo accomodati in una zona più appartata, nel corso delle due ore e 30 minuti, in cui abbiamo mangiato sofisticate pizze, abbiamo concordato le linee guida per fondare a Cattolica una nuova associazione sportiva dilettantistica.

Delle spese di costituzione se ne farà carico l’unico candidato alla Presidenza, ossia Marco Belemmi, attuale proprietario dell’hotel Boston, nostra sede estiva e futura sede legale dell’associazione. Poichè saremo una società di nuova costituzione ed i nostri tesserati saranno costituiti per almeno il 50% da nuovi giocatori tesserati FSI adulti, avremo diritto al rimborso delle spese di registrazione di quella che sarà la nuova Accademia Scacchistica di Cattolica.

Interessato a sottoscrivere la Tessera Agonistica è risultato il solo Marco Belemmi; Massimiliano Ferri, Marco Sala e Massimo Tomasetti, hanno mostrato interesse per la Tessera Ordinaria, che comunque permette di giocare un cospicuo numero di tornei; Claudio Bonelli, Joseph Valentinetti e Dino Caminneci potranno sottoscrivere la Tessera Ordinaria Ridotta in quanto per loro sarà il primo tesseramento in assoluto quale giocatore inclassificato e maggiorenne.

Davide Caminneci valuterà se sottoscrivere la Tessera Junior, in quanto nato dopo il 31 dicembre 1999. Brancaleoni Maurizio risulta già tesserato per il Circolo Scacchi DLF Rimini ed ha partecipato in qualità di ospite, poichè condivide la propria passione, con il gruppo scacchi di Cattolica, nei mercoledì pomeriggio, in estate presso l’hotel Boston ed in inverno presso la sede di Radio Talpa.

A maggioranza è stato concordato che la Tessera Sociale avrà un costo di 10 euro, è al vaglio la proposta di concedere il tesseramento gratuito agli U18 se approvati dal Consiglio Direttivo.

Al fine di agevolare la didattica scacchistica e gratificare chi possiede una categoria pari o superiore a quella di Maestro, si è deciso di offrire a costoro la tessara sociale gratuita qualora ne venga fatta richiesta.

Unico candidato alla carica di Segretario è stato Massimiliano Ferri, mentre per il ruolo di Consiglieri si sono proposti:

  • Marco Sala, Massimo Tomasetti, Claudio Benelli e Joseph Valentinetti.

Sarebbe opportuno avere almeno 5 Consiglieri, per cui al momento, risulta libero un posto vacante.

Marco Sala ha proposto che nell’imminente non si compri del nuovo materiale scacchistico, per non dissanguare le scarne casse societarie, ma di affidarsi a quello che disponiamo in quanto singoli scacchisti e quello rimasto dalla gestione 2002-2011, che tuttavia è ben poca cosa, considerato che per la maggior parte è stato regalato o si è usurato; in passato abbiamo usato il materiale dell’Arbitro Nazionale Bruno Forlivesi per fare i corsi nelle scuole, al limite, si è pensato che ricorrere al suo aiuto, per il momento, sia l’opzione più efficace. Risulta nell’inventario un orologio analogico, che verrà consegnato, gratuitamente, da Massimo Tomasetti a Emanuele Cerri (primo storico segretario dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Circolo Scacchistico Regina) in occasione del suo prossimo viaggio in Thailandia.

Quale fonte di finanziamento si è pensato all’organizzazione di un torneo riservato agli U14, nel mese di gennaio, con quota di iscrizione fissata a 5 euro, premi per tutti i partecipanti, sede di gioco da stabilire; medesimo discorso per un torneo open da organizzare nel week-end successivo al Campionato Provinciale di Rimni 2018.

Non pago della già cospicua attività scacchistica che si registra ultimamente in provincia di Rimini, Massimo Tomasetti ha proposto di organizzare un torneo semilampo ogni 2 settimane, tipo i vecchi tornei che eravamo soliti disputare al ristorantino “La Rocca”.

Sul nome da attribuire a questa nuova Associazione Dilettantistica di Scacchi si è acceso il dibattito:

  1. Massimiliano Ferri proponeva Accademia Scacchistica Italiana, ha avuto l’approvazione da parte di Marco Sala e Dino Caminneci.

  2. Massimo Tomasetti proponeva Accademia Scacchistica “La Regina”, ha avuto l’approvazione di Marco Belemmi (che in un primo momento aveva proposto “Accademia Scacchistica Romagnola”, di Claudio Benelli e di Joseph Valentinetti ( che inizialmente aveva proposto “Accademia Scacchistica La Rocca”

Questa seconda opzione ha, quindi, avuto la maggioranza dei voti ed ora attendiamo la risposta della FSI, per quello che concerne l’obbligo o meno di inserire il termine Dilettantistica, al fine di essere affiliati al CONI.

Venerdì 4 dicembre 2017 alle ore 21, presso la sede di Radio Talpa, sarà firmato l’atto Costitutivo e lo Statuto Sociale, dai soci interessati a fare parte di questa nuova Associazione Dilettantistica di Scacchi.

2017 Autumn Marathon vince Lance 5500

Maratona_Lichess_autunno_2017_vince_Lance5500

LM Lance5500 ha vinto la Autumn Marathon 2017, nelle fasi iniziali della maratona CM Kingscrusher-YouTube era partito forte, tallonato da FM Weetik che vanta un rating fide di 2423, ma qualcosa deve avere inceppato il suo ruolino di marcia perchè ha giocato soltanto 146 partite, arrivando 46° al termine delle 24 ore di gioco; LM Lance5500 ha disputato 273 partite, mentre FM Weetik infine secondo classificato ne ha disputate 248.

Nella mia prima maratona, la Summer Marathon 2017 ero entrato in gara alle ore 2 precise, confidavo di giocare per tutte le 24 ore, ma alle 14 quando mi trovavo in trentacinquesima posizione ero completamente crollato fisicamente, terminando 104° a soli 5 punti dalla conquista del trofeino.

Maratona_Lichess_autunno_2017_inizio

 Il 28 ottobre ho quindi cambiato strategia, sono entrato in gara alle ore 3.30, il mio pettorale di partenza era il 775 ed ho bersekato la prima partita pensando di recuperare il tempo grazie all’incremento, con stupore ho scoperto che l’incremento era valido solo per il mio avversario, che si è trovato a giocare 3 minuti più di 2 secondi per mossa contro il mio minuto e 30 secondi, ho perso per il tempo!
Maratona_Lichess_autunno_2017_dopo_3_ore
Dopo 3 ore dall’inizio del torneo avevo conquistato il 61° posto, cambiando strategia avevo inanellato una serie di risultati utili, che tuttavia non erano sufficienti al fine di confermare il mio rating, in un ora e mezza di gioco avevo già perso 100 punti elo!
Maratona_Lichess_autunno_2017_dopo_5_ore_40_minuti
Alle 7 e 40 del mattino ho fatto una breve pausa sparandomi in cuffia la canzone di Lucio Battisti, avevo recuperato 51 punti elo, ma cosa più importante stavo per entrare nella Top10! FM Weetik aveva preso la testa della maratona, LM Lance5500 era notevolmente staccato, ma la giornata era ancora lunga!
Maratona_Lichess_autunno_2017_dopo_6_ore_30_minuti
Ore 8 e 30, elo -68 ma 9° posto, qualche piccolo sacrificio è necessario se si vogliono conseguire i risultati! LM Lance5500 è lontano dalla vetta 28 punti!
Maratona_Lichess_autunno_2017_dopo_7_ore_20_minuti
Sono in gara da circa 6 ore, sono inaspettatamente al 5° posto e perdo solo 40 punti elo, CM Kingscrusher-YouTube è andato in pausa, mentre in vetta non si prevedono sconvolgimenti! E’ giunta l’ora di rifocillarsi, servono forze fresche e vado a fare colazione!
Maratona_Lichess_autunno_2017_pausa_colazione
Venti minuti di pausa sono stati salutari, la concorrenza era agguerrita, ma grazie alle vitamine ingurgitate ero pronto per dare battaglia!
Maratona_Lichess_autunno_2017_dopo_8_ore_40_minuti
10 e 40 del mattino, sono superhot, sono ai piedi del podio e guadagno anche 8 punti di rating! LM Lance5500 continua ad andare di berserk, (al termine della maratona avrà il 68% di partite bersekate) ed il suo rating ne risente – 148 e 21 punti lontano dalla vetta!
Maratona_Lichess_autunno_2017_dopo_9_ore
Traguardo di tappa raggiunto dopo circa 7 ore e 30 di gioco, Undisputed97 della Bosnia-Erzegovina con Fide rating 2081 entra in pausa e ne approfitto per agguantare il terzo posto!
Maratona_Lichess_autunno_2017_pausa_pranzo
Dopo una gloriosa serie positiva ho cominciato a sentire i grampi della fame, Undisputed97 mi balza in avanti, alla fine riuscirà a giocare 167 partite, guadagnerà 786 punti e si piazzerà al 17° posto. Sul nostro personale tabellino sono state registrate 3 patte! Scivolo al 4° posto ed è giunta l’ora della pausa pranzo! LM Lance5500 conquista la vetta e non la mollerà più fino al termine della Autumn Marathon 2017!
Maratona_Lichess_autunno_2017_problemi_di_connessione

Ricomincio a giocare alle 13, la ripresa è positiva se non fosse per il fatto che cominciano a infastidirmi problemi di connessione, alle 15 mi salterà tutto, senza perdere la calma penso che il Bedo potrà ospitarmi per giocare da lui in attesa che tutto si risolva, ma Francesco sta dormendo e dato che la Caffetteria Mazzini il sabato pomeriggio è chiusa, mi gioco la carta Staccoli Caffè! Alle 15.30 ricomincio la marcia, ma vengo ripetutamente abbinato con GM ed IM, in ordine inverso vengo calpestato da IM Spinaltap, GM MrOlka (Oliver Mihok elo Fide 2538), amirsose97 (amir mohammad hamidi elo Fide 2210 con cui perdo due partite in pochi minuti)!

Maratona_Lichess_autunno_2017_pausa_cena

Mi sono ricollegato al termine della cena, erano circa le 20.30, la classifica mi vedeva relegato al 23° posto, potevo essere parzialmente soddisfatto perchè ero sicuro di entrare nei 100. Un bel -138 punti elo testimoniava quanto fosse dispendioso correre una maratona, il 10° posto era lontanissimo, ma vi erano molti giocatori in pausa, le ultime 6 ore e 30 sarebbero state un calvario al quale non intendevo sottrarmi!

Maratona_Lichess_autunno_2017_dopo_20_ore_40_minuti

 A 3 ore e 20 dal termine ero risalito fino al 18° posto, molti scacchisti si erano ritirati, alla sera è veramente improbo recuperare, restano in gara solamente i migliori ed ogni punto guadagnato è un bottino da custodire con parsimonia. Davanti a me molti erano in pausa, ma il 10° posto restava lontanissimo!
Maratona_Lichess_autunno_2017_dopo_24_ore
Ore 2.00 del 29 ottobre 2017, le fatiche hanno avuto il loro epilogo naturale; 11° posto a 11 punti di distatto da IM Gabix94 (Gabor Nagy elo fide 2472, nel nostro tabellino figurano 1 patta e una vittoria a suo favore).
Maratona_Lichess_autunno_2017_mia_performance
Ho giocato 176 partite, vincendo il 56% delle partite, ho bersekato solamente il 13% degli incontri, per vincere questi tornei bisogna avere la capacità di muovere velocemente, giocare berserk ti permette di giocare anche molte più partite! Rispetto a LM Lance5500 ne ho giocate 97 in meno, ma forse lui non è mai andato in pausa, quando ho staccato non ho idea di come andassero le cose sulle prime scacchiere!
Tabellino_Maratona_lichess_autunno_2017
Nella Autumn Marathon 2017 ho vinto 98 partite, ne ho pattate 31 e ne ho perse 47, come si può notare dal messaggio scritto nel post creato da Francesco_Super avevo profetizzato in modo corretto, alla fine LM Lance5500 mi sarebbe arrivato davanti! Devo ringraziare Luciano_the_best che quando ero in crisi mi ha spronato a non mollare!
Anteprima delle anteprime, non è ancora uscito il bando ufficiale, ma vi sono già iscritti per la Winter Marathon 2017, si disputerà il 28 dicembre 2017, LM Lance5500 non dovrebbe avere vita facile, IM penguingim1 (Andrew Tang elo fide 2496) figura tra i preiscritti, il vincitore della Summer Marathon 2017 vorrà senza dubbio prendersi una rivincita!

Corso di scacchi per bambini – quarta lezione

Corso_di_scacchi_gratuito_per_bambini

La quarta lezione del corso di scacchi riservato a bambini dai 7 ai 14 anni si è svolta come di consueto alle ore 16.30 presso l’hotel Boston.

Riccardo Bruscella, Davide Caminneci e Benedetta Carollo sono arrivati un pochino prima rispetto a Pietro Bugo, Nicola Terenzi e Alberto Tonti.

Come si può osservare dalla foto, il tema del giorno era capire come dare scaccomatto con alfiere a cavallo contro il solo re avversario.

Oltre a spiegare la corretta procedura ai bambini, mi premeva che imparassero a riflettere e che non eseguissero la prima mossa che veniva loro in mente. L’inizio non è stato facile, ma dopo svariati richiami hanno imparato a non mettere le mani, continuamente, sul pezzo a loro più vicino.

scaccomatto_alfiere_cavallo

Alle 17 Davide e Benedetta ci hanno salutato, ma ho provveduto a spedire loro, la lezione completa per email! Se qualche bambino non può partecipare al corso e desidera ricevere lezioni gratuite di scacchi può scrivere alla mia casella di posta massimilianoferricattolica@gmail.com

Forzare lo scaccomatto con alfiere e cavallo è abbastanza complicato, è importante ricordarsi le posizioni standard, se non si vuole rischiare di vedere vanificato il lavoro compiuto nelle precedenti fasi della partita!

1) Ae5 facciamo retrocedere il re avversario! 1) … – Rd7! la migliore difesa consiste nel cercare di restare il più lontano possibile dalla casa dello stesso colore dell’alfiere, 2) Rd5 – Rc8; 3) Rc6 – Rd8; 4) Ad6 – Re8; 5) Rd5! – Rf7 il monarca nero respira un attimo, ma è solo un illusione!
6) Re5! – Re8! la miglior difesa, a voi il piacere di scoprire le altre difese una volta capito questo lungo procedimento, 7) Re6 – Rd8; 8) Cb6 – Re8; 9) Cd5 – Rd8; 10) Ce7 – Re8; 11) Ac7 – Rf8 12) Cf5! il re è quasi in trappola! 12) … – Re8; 13) Cg7+ – Rf8; 14) Rf6 – Rg8; 15) Ad6 – Rh7; 16) Cf5 – Rg8; 17) Rg6 – Rh8; questa è un altra posizione da ricordare! Riccardo Bruscella dopo un pò di riflessione è riusciuto a vedere lo scaccomatto in 3 mosse.
18)Ac5 anche Ae7, Ab4, e Aa3 vanno bene! 18) … – Rg8; 19) Ch6 – Rh8; 20) Ad4#
Il procedimento richiede maggiore pratica rispetto agli altri scacchi matti per essere memorizzato, ma l’esperienza insegna che nella vita di ogni scacchista capita anche più di una volta di doverlo affrontare perciò è meglio impararlo ora, eviterete di avere rimpianti in futuro!

Petro_Bugo_Vs_Riccardo_Bruscella

Alle 17.30 i bambini sono stati liberi di giocare tra di loro, dopo un duro lavoro e sempre bene concedersi un pò di svago!

Mercoledì 1 novembre comincerà il corso di livello avanzato, poichè l’hotel Boston non sarà disponibile, ci sposteremo nella sede di Radio Talpa.

Silvia Scarpa Regina della scacchiera

Silvia Scarpa è la nuova Regina del circolo scacchi DLF Rimini

Krenar_Dule_Scarpa_Silvia

La campionessa provinciale di Rimini dell’anno 2016, ha confermato il suo splendido stato di forma, vincendo il secondo torneo semilampo DLF Rimini, organizzato il 21 ottobre da Roberto Giovannini, bissando il successo di Sogliano.

Victor_Valdez_Diaz_Krenar_Dule

L’evento che ha visto la registrazione di 16 scacchisti, aveva un quoziente di difficoltà di tutto rispetto, Krenar Dule e soprattutto Victor Valdes Diaz erano le mine vaganti in grado di vincere con chiunque e nella classifica finale hanno concluso rispettivamente, al 3° e 6° posto.

Sparvoli_Federico_Belemmi_Marco

1° posto ex equo per il cattolichino Marco Belemmi, che si è visto sfuggire la vittoria soltanto nei secondi finali dell’ultimo turno, quando Silvia ha salvato, inaspettatamente, un finale inferiore contro il cubano.

Victor_Valdez_Mario_Voltolini

Victor ha animato la manifestazione giocando a cavallo di ogni turno, partite blitz amichevoli, sia con il Maestro Mario Voltolini, sia con il CM Massimiliano Ferri,

Belemmi_Marco_Valdez_Diaz_Victor

sia con Marco Belemmi, che dopo oltre 10 anni sono stati ben lieti di confrontarsi nuovamente con lui sulle 64 caselle.

Krenar_Dule_William_Pecci

Da sottolineare il settimo posto di William Pecci, che dopo aver vinto con un pò di bukholz il primo torneo semilampo DLF Rimini, ha dimostrato di essere un abile guerriero, vinto il primo turno, ha pattato al secondo con Silvia Scarpa, ha pattato al terzo con Claudia Scarpa, ha poi salvato un altro finale perso con Marco Belemmi,

Pecci_William_Belemmi_Marcodivenendo ufficialmente la sua besta nera; ha pattato al penultimo turno con Krenar Dule e solo al turno conclusivo si è dovuto inchinare al rientrante Albert Mkrtchyan.

Krenar_Dule_Albert_Mkrtchyan

Il torneo di scacchi è stato in equilibrio fino all’ultimo turno!

Scarpa_Alessandra_Marco_Belemmi

Spartivano il primo posto con 4 punti, Silvia Scarpa infine unica imbattuta e Krenar Dule; a 3,5 inseguiva Marco Belemmi che in seconda scacchiera aveva bisogno di una vittoria con Krenar e di un successo in prima scacchiera di Victor con Silvia. Nel video di scacchi possiamo osservare le fasi concitate della partita, poi alla mia macchina fotografica sono terminate le pile ed anche un nuovo successo di un cattolichino in quel di Rimini è stato rimandato a occasioni più fortunate!

Claudia_Scarpa_Victor_Valdez_Diaz

Classifica Finale dopo 6 turni

  1. Scarpa Silvia punti 4,5 bukholz 19

  2. Belemmi Marco punti 4,5 bukholz 17,5

  3. Dule Krenar punti 4 bukholz 19,5

  4. Mkrtchyan Albert punti 4 bukholz 17,5

  5. Scarpa Claudia punti 4 bukholz 15

  6. Valdez Diaz Victor punti 3,5 bukholz 18,5

  7. Pecci William punti 3 bukholz 21

  8. Scarpa Alessandra punti 3 bukholz 18

  9. Kadyrbekov Islam punti 3 bukholz 17

  10. Sparvoli Federico punti 3 bukholz 16

  11. Minotti Tommaso punti 3 bukholz 16

  12. Ronchi Lorenzo punti 3 bukholz 13.5

  13. Markov Sam punti 2,5 bukholz 13

  14. Tutyunnikov Sergey punti 2 bukholz 16

  15. Huzo Vitaly punti 1 bukholz 14,5

  16. Damiano Sparvoli punti 0 bukholz 14,5

Dopo i successi che negli anni ’90 avevano arriso al CM Benedetta Zavatta e al CM Laura Costantini, una nuova stella è pronta a brillare nel panorama scacchistico femminile.