7 ottobre 2017 – Pecci William vince il semilampo DLF Rimini

Belemmi - Sparvoli

Sabato 7 ottobre 2017 si è disputato al Dopolavoro Ferroviario di Rimini il 1° semilampo della stagione invernale; organizzato da Roberto Giovannini, che appurato il numero pari degli abbinamenti ha preferito dedicarsi alla gestione del torneo, mi ha lasciato indiscusso favorito, ma un beffardo ultimo turno mi ha relegato sul secondo gradino del podio.

Con 5 punti su 6 ha vinto William Pecci, un giocatore molto veloce nell’eseguire le mosse, il torneo gli si è incanalato come meglio non si poteva, ma certe occasioni fortunate bisogna essere pronti a raccoglierle, cosa che, lo devo riconoscere, non sono stato in grado di fare.

William Pecci

Sul mio cammino che doveva condurmi al trionfo ho incontrato al primo turno una vecchia conoscenza del circolo di Rimini, nell’unico precedente che ci aveva visti contrapposti, avevo giocato con il nero e con il matto in una sulla scacchiera avevo reclamato la vittoria per il tempo; eravamo esordienti ed il nostro cammino sulle 64 caselle ha poi percorso strade differenti.

Carlo Condello

Massimiliano Ferri – Carlo Condello = 1-0

Nel frattempo si concretizzava il primo evento NON casuale di questo semilampo, in posizione chiaramente vinta il nero commette una svista, perde l’alfiere e con 8 secondi a favore contro 6, si dimentica di muovere perdendo per il tempo.

Pecci - Belemmi

Al secondo turno si è consumato il primo derby cattolichino, tratto il sistema colle a mio modo, dato che il bianco non si affretta nella conquista del centro, ho tutto il tempo di creare una struttura pedonale che mi permette di effettuare efficaci spinte di reazione quando il mio avversario pensa che sia giunto il momento di attaccare.

Massimo Tomasetti

Massimo Tomasetti – Massimiliano Ferri = 0-1

Al terzo turno ho scelto di non correre rischi, giocando la variante di cambio della difesa francese, la conosco molto bene e sono in grado di estrapolare qualcosa di interessante anche da una posizione perfettamente pari.

Davide Rossi

Massimiliano Ferri – Davide Rossi = 1-0

Il quarto turno poteva risultare decisivo in ottica della vittoria finale, affrontavo con il nero William Pecci, che come me condivideva la vetta della classifica con 3 vittorie su 3. Ho scelto di non correre rischi, giocando la canonica difesa francese, siamo entrati nella variante di spinta, di cui ho pubblicato uno studio su lichess.org, lui ha scelto di giocare lighting, in maniera non precisa, mi sono preso il mio tempo, conquistando in mediogioco un vantaggio decisivo.

Pecci William

Pecci William – Massimiliano Ferri = 0-1

Al penultimo turno è andato in scena il secondo derby cattolichino, con una vittoria Marco Belemmi poteva tornare in lizza per la vittoria finale, ma avevo il bianco e per mia fortuna si è dimenticato di interpolare una mossa intermedia, ha cercato controgioco sul mio lato di donna, ma non ho avuto dubbi nel sacrificarlo poichè ho visto che entrare sulle case nere mi ha avrebbe permesso di creare una rete di matto.

Marco Belemmi

Massimiliano Ferri – Marco Belemmi = 1-0

Ed eccoci giunti all’epilogo, tutti mi davano già per vincitore, ma li ho messi in guardia, poichè ero consapevole che con così pochi iscritti, il bukholz poteva riservare sgradite sorprese.

Volevo concludere il mio torneo perfetto ed incamerare la sesta vittoria consecutiva, Roberto Costantini ci ha insegnato che non bisogna accontentarsi e che il più forte deve giocare, sempre e comunque, per vincere.

  1. e4 – e6 2. d4 – d5 3. exd5 – exd5 4. Cc3 – c6 5. Ae3 – Ad6 6. Ad3 – Cf6 7. Dd2 – 0-0 8. 0-0-0 il bianco non può giocare in questo modo, non avevo mai incontrato l’arrocco lungo nella variante di cambio della francese, ero consapevole di avere un vantaggio, ma una posizione sbilanciata dove si lotta per chi arriva prima, non era certo il genere di situazione in cui mi auguravo di trovarmi all’ultimo turno di un torneo. 8. … b5 9. f3 – Cbd7 10. g4 Cb6 11. h4 il nero è chiaramente in vattaggio, dopo mosse naturali come a5, Ae6, Te8 o la devastante 11. … b4! probabilmente il bianco sarebbe stato spacciato, ma la stanchezza mentale accumulata mi ha giocato un brutto scherzo, ho scelto di forzare il cambio dell’alfiere di case chiare, pensando che senza il suo pezzo migliore l’attacco del mio avversario fosse privo di prospettive. 11 … -Cc4?! Quando si ha un vantaggio di spazio non si deve procedere al cambio di pezzi, purtroppo la mia mente era completamente offuscata e non sono stato in grado di operare scelte elementari. 12. Axc4 – dxc4? la mia idea era spingere in b4 dopo l’unica risposta valida in grado di tenere la posizione. 13. d5! è tutto ovvio, ero certo che il mio avversario mi avrebbe impedito di piazzare il cavallo in d5, ma solo in quell’istante mi sono fermato a calcolare notando che la spinta in b4 non concedeva al nero alcun vantaggio. 13. … Cxd5?? volevo rifugiarmi in un finale favorevole, ma avevo perso di vista il bordo della scacchiera, ero ancora in tempo per giocare 13. … Da5 con prospettive di attacco, ma ho avuto un blind! 14. Cxd5 – cxd5 15. Dxd5, stavo per giocare Ae7, perdere il pedoni b5 non è assolutamente un problema, Dc7 con compenso e se 16. Dxd8 – Txd8 e la coppia degli alfieri deve risultare decisiva; ma come replicare a 16. Dxa8! ho dovuto cedere l’alfiere in d6 senza alcun compenso, ho scelto di non entrare in finale con il pezzo in meno, ma il mio avversario è stato impietoso, mi sono difeso male venendo addirittuara miniaturizzato.

Alcany Luli

Luly Alcany – Massimiliano Ferri = 1-0

Nel frattempo Condello, con il bianco, perdeva con l’under 12 Sparvoli Federico, gettando il mio morale nello sconforto, la partita è stata decisiva per decretare chi avesse più bukholz.

Massimiliano Ferri

Il rientro al circolo DLF Rimini non è stato coronato dal successo, vincere i tornei non è mai facile!

Classifica finale

  1. Pecci William punti 5 su 6 bukholz 20
  2. Ferri Massimiliano punti 5 su 6 bukholz 18.5
  3. Alcany Luly punti 4 su 6 bukholz 20
  4. Belemmi Marco punti 4 su 6 bukholz 18.5
  5. Sparvoli Federico punti 4 su 6 bukholz 16.5
  6. Rossi Davide punti 3 su 6 bukholz 17.5
  7. Tomasetti Massimo punti 2.5 su 6 bukholz 17
  8. Condello Carlo punti 2 su 6 bukholz 18
  9. Nardi Maurizio punti 2 su 6 bukholz 14.5
  10. Semen Markov punti 2 su 6 bukholz 14
  11. Kadyrbekov Islam punti 1.5 su 6 bukholz 11.5
  12. Sparvoli Damiano punti 1 su 6 bukholz 13
Annunci

2 Replies to “7 ottobre 2017 – Pecci William vince il semilampo DLF Rimini”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...