Obrizzo mattatore alla Caffetteria Mazzini

Obrizzo

Obrizzo è stato il mattatore della seconda serata ludica organizzata il 29 gennaio 2018 presso la Caffetteria Mazzini di Cattolica.

La serata è sembrata briosa fin dai primi istanti, notare che Claudio ha iniziato la partita con due alfieri su casa bianca, mentre Massimo ha posizionato la regina nera su casa bianca. Nessuno se ne era accorto!

Per la serata avevo preso in prestito dalla Biblioteca di Cattolica, il libro di scacchi “MANUALE DEGLI SCACCHI – Dalle basi all’agonismo, curato dal Grande Maestro Sergio Mariotti. Dovrebbe trattarsi della prima edizione, datata ottobre 1986. A quei tempi era considerato un libro moderno, completo ed esauriente: una guida per principianti e per i giocatori esperti che desiderano perfezionarsi. Tuttavia sono trascorsi 31 anni, vi è stato l’avvento dei database ed il Manuale prima di rivedere la luce, era stato stipato in magazzino; affinchè fosse fruibile per la lettura è stato necessario intervenire con nastro adesivo trasparente.

A pagina 194 del suddetto libro, compare il seguente diagramma:

Manuale degli scacchi

Ci troviamo in un finale con pedoni disposti su ambo le ali, il nero minaccia di catturare il pedone in g2 dopo la spinta in f3 o di promuovere in f1 con scacco. Tuttavia la mossa spetta al bianco. Saper padroneggiare i finali di re è una peculiarità dei maestri, ma anche gli esperti, appresi alcuni principi e svolti adeguati esercizi di visualizzazione, sono in grado di trovare la via corretta che conduce il primo giocatore verso la vittoria.

I principianti devono sapere che il pedone lontano costituisce una forza, in questo caso il pedone in a5 può svolgere la funzione di deviare il re nero, dalla difesa dei propri pedoni sul lato di re, ed il re bianco attraverso il suo sacrificio, farà un sol boccone dei pedoni situati in f4-g4-h6.

Quindi, non è tanto il ricordare che i pedoni spinti in profondità lasciano debolezze alle proprie spalle, o che i pedoni passati devono essere spinti, o che il re in finale deve portarsi in mezzo alla scacchiera per poter giocare su ambo i lati, ma è importante visualizzare che spettando a lui la mossa, il re bianco può rientrare nel quadrato di promozione del pedone f4.

Regola del quadrato

Giocando 1. Rc4! il re nero è costretto a sbarrare la strada al proprio collega, perchè abbiamo già concordato che se opta per 1. … Rd6 con l’idea di catturare il pedone in a5, il re bianco giocherà 2. Rd4 e tutto il lato di re crolla.

Quindi 1. … Re4, perchè dopo 1. … f3 2. gxf3 gxf3 3. Rd3, il pedone f è condannato, dato che il pedone h2 impedisce al re nero di compiere una manovra di aggiramento, utile a sostenere la promozione del proprio pedone.

Sergio Mariotti

Ora il pedone f4 gode dell’appoggio del proprio re e quindi non è più in pericolo, ma la mannaia pende questa volta sul collo dello stesso monarca. Infatti non è difficile calcolare la sequenza 2. a6 f3 3. gxf3+ gxf3 4. a7 f2 5. a8=D+ Re3

finale di re

Questa posizione si verifica non di rado nei finali di scacchi dei giocatori esordienti, memorizzare il seguente pattern, quindi, vi permetterà di risparmiarvi calcoli profondi, che specialmente quando si è in zeinot, sono ancora più problematici.

6. Dg2! conquista della settima traversa 6. … Re2 inchiodatura obbligata per permettere la promozione del pedone. 7. h4 h5, reciproche perdite di tempo per creare ed evitare lo zugzwang. 8. Rd4 Re1 ora il pedone f2 può essere promosso 9. Re3! f1=D

scaccomatto in una mossa

Questa è la posizione che i Maestri avevano visualizzato dopo 1. Rc4, la posizione dei pedoni h è ininfluente in fase di visualizzazione, conta solo in termini di calcolo delle varianti.

10. Dd2# sottopromuovere con 9. … f1=C+ serve solo a ritardare l’inevitabile.

Obrizzo DJ

Dopo aver vinto un paio di partite per mezzo di attacchi sfavillanti, il nostro Mental Coach ha fatto molto più che improvvisarsi DJ, ha coinvolto nel Karaoke, un nutrito numero di pubblico e le partite sono proseguite a ritmo incalzante.

scacchi_caffetteria_mazzini

Claudio che ama giocare a scacchi, sfruttando il vantaggio del tratto, ha incrociato le pedine con Ivan; mentre Franco si è prodigato in una 10 minuti con Andrea.

Mentre osservavo con fare discreto, l’andamento dei due match, ho sfruttato il tempo libero per impostare la formazione su hattrick, abbiamo cominciato la stagione puntando alla coppa ed ora siamo un pò arretrati in campionato, ci attende un doppio confronto con la prima in classifica e andremo di pic per non declassare il morale, poi saranno 6 sfide infuocate per evitare la retrocessione.

Prossima serata ludica lunedì 5 febbraio, dalle ore 21 alle ore 24.

2 Replies to “Obrizzo mattatore alla Caffetteria Mazzini”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...